Cooperazione 
DA FRANCIA E USA IN LIGURIA PER STUDIARE IL PAESAGGIO DELLE CINQUE TERRE  
GENOVA- Studenti del liceo statunitense di Huntington a New York e della facoltà di Architettura dell'Università di Nice-Sophia Antipolis, hanno fatto visita alle Cinque Terre per studiare politiche ambientali e modello economico e sociale del Parco. Obiettivo della visita sviluppare nuove riflessioni e proposte nell'ambito della valorizzazione del patrimonio architettonico, storico, culturale e paesistico. Con questo gemellaggio sono riprese le visite di studenti provenienti in Liguria da tutto il mondo.I ragazzi americani, gemellati con il liceo classico di Rapallo, coordinati dalle professoresse Silvia Gilbert, insegnante di italiano al liceo di Huntington e Enrica Zanoli insegnante di inglese al liceo classico Giovanni Da Vigo di Rapallo, hanno sviluppato tematiche come: "recupero e potenziamento futuro del settore agricolo e delle produzioni tipiche", "recupero delle terre incolte e tecniche di costruzione dei muri a secco", "conservazione della cultura locale", "turismo sostenibile" e "tecniche di pesca sostenibile". "La nostra intenzione è quella di potenziare gli scambi per perfezionare la lingua ma anche per conoscere altre realtà e culture, fondamentali oggi che siamo nell'epoca della globalizzazione", spiega Enrica Zanoli. "Non è la prima volta che veniamo alle Cinque Terre perché le scuole americane sono sempre molto interessate e le iniziative che colpiscono maggiormente sono proprio quelle che legano il comparto agricolo e turistico per lo sviluppo economico e sociale del territorio".Gli studenti di architettura del master in "Recupero e Tutela del patrimonio Architettonico" dell'ateneo di Nice-Sophia Antipolis, hanno invece focalizzato l'attenzione sugli aspetti architettonici, sia urbanistici che rurali, con particolare attenzione alla qualità edilizia degli edifici e al ricco patrimonio dei muri a secco. "La visita alle Cinque Terre è un'ottima opportunità per studiare il recupero e la valorizzazione di un patrimonio architettonico in un ambiente paesistico eccezionale", ha commentato Philippe Jansen, responsabile Master Recupero e tutela del patrimonio architettonico Università di Nice-Sophia Antipolis. "Questo territorio rappresenta per noi un ottimo laboratorio di conoscenza nel processo dello sviluppo rurale antico e moderno. È di grande interesse per noi riuscire a mettere in luce e analizzare le tecniche e i metodi di recupero dell'abitato rurale con le tecniche costruttive tradizionali". (p.spora\aise) 02/03/2009